TM Roadshow

Il Temporary Management in Italia, diversamente dai paesi del Nord Europa è un ruolo che ancora deve compiutamente affermarsi nel comparto delle Medie imprese . Legislazione e cambiamenti del mercato del lavoro, saranno i driver di questa evoluzione, condizione necessaria per cogliere le opportunità di business: dall’internazionalizzazione nelle PMI alla potenzialità di aggregazioni d’impresa che il nuovo tessuto imprenditoriale, risultato della transazione generazionale, avrà il compito di indirizzare per garantire la competitività.

Presento di seguito la mia testimonianza risultato delle lezioni apprese in 30 anni di progetti su mercati internazionali: 15 come manager in aziende multinazionali e 15 come TM nei settori BtoB e HiTech in PMI italiane. L’obiettivo è quello di contribuire ad orientare gli imprenditori delle aziende italiane a valutare:

  • se e quando un TM può essere utile per la loro realtà aziendale

  • quale profilo di TM è adeguato rispetto alla matrice progetto / mercato /obiettivi

  • come gestire il processo: dall’inserimento del TM fino al way out

  • quanto può o deve durare l’intervento

  • cosa aspettarsi dopo l’intervento: eredità manageriale e know-how.

Gli imprenditori e i colleghi di TMDirect che hanno intrapreso come me questa stimolante avventura, sono la testimonianza che il mercato, la sua complessità e velocità richiedono sempre più capacità e competenze di valore. Non esiste il TM ideale per tutte le situazioni ma si possono documentare case histories di TM funzionali ai progetti assegnati con apprezzabili risultati e successo per le aziende che ne hanno beneficiato.

Ci addentriamo nel TM roadshow che, da appassionato mountain biker, suddividerò in tappe .Nel prossimo post del nostro viaggio dirò cosa un imprenditore deve cercare in un TM .

Stefano Munaron