Temporary Management per momenti difficli

Realizzazione della procedura di gestione del credito commerciale e cash flow previsionale

Il Cliente Media azienda italiana, leader nella produzione e vendita di stufe in Italia/Europa e Mondo.

La Sfida L’azienda di emanazione e sviluppo imprenditoriale, acquisita da primario Fondo di Private Equity Italiano necessitava di un’importante implementazione nel Recupero del credito e Pianificazione finanziaria rolling a 10-12 settimane:

  1. Recuperare il credito Iva di circa 1.400.000 euro e impostare gestione equilibrata;

  2. Dimezzare l’incidenza degli insoluti, migliorare l’efficacia nel recupero e impostare KPI;

  3. Impostare un Cash Flow previsionale rolling.

La Soluzione

  1. Verifica del Plafond IVA per distribuirlo sui fornitori nazionali per l’equilibrio delle liquidazioni Iva mensili. Visto di Conformita’ per le compensazioni orizzontali tra codici tributo.

  2. Impostazione di una strategia multipla per un cambiamento durevole: 1) introduzione del Fido commerciale, 2) coinvolgimento delle funzioni aziendali interne/esterne; 3) database in cloud degli E/C cliente. DSO calcolato come assorbimento del credito con i fatturati rolling dei mesi precedenti (Roll back method) e non come rapporto tra crediti e ricavi.

  3. Realizzazione di uno strumento predittivo per uscite/entrate settimanali, in assenza di un gestionale di tesoreria verticale evoluto. Impostate nel gestionale query di: a) ordini fornitori ivati per data pagamento, b) scadenziario fornitori, c) fatture da registrare; oltre a stipendi/contributi e fatture di servizi. Sul fronte incassi: a) previsione dei ricavi SBF e Anticipi fatture, b) scadenziario clienti scaduto/a scadere, c) titoli di pagamento complementari (L/C, factoring, assegni).

I Risultati

  1. In 9 mesi il credito Iva e’ sceso a circa 130.000 euro, con ottimizzazione dei flussi finanziari e pagamenti dei fornitori nazionali serviti tramite Dichiarazioni di Intento dell’art. 8, primo comma, lettera c), del D.P.R. n.633/1972. Trasferimento del know how del processo di liquidazione iva mensile e controlli relativi.

  2. Gli insoluti mensili sono scesi da circa 23% a circa 9,4%. Migliorato il portafoglio clienti con possibilita’ di passare alla finanza Fin-Tech. Il DSO e’ passato da circa 205 giorni a circa 123 giorni.

  3. Modello strutturato di Cash flow previsionale rolling a 10-12 settimane per fornire indicazioni in anticipo ed operare correttivi sulle grandezze coinvolte.

Stefano Carli

Realizzare un progetto di continuità per un'azienda oggetto di un carve-out da parte di un gruppo multinazionale

Il Cliente Media impresa trentina operante nel settore della produzione di film in PVC per gli imballi ad uso alimentare

La Sfida Dare continuità all'azienda (prima business unit di una multinazionale ed ora azienda stand alone) con business in lento calo ma con pochi competitors, basse marginalità e alte barriere all’entrata per gli elevati investimenti necessari. La priorità era quella di trovare un nuovo partner industriale per condividere una strategia di sviluppo e nuovi investimenti

La Soluzione Inserimento di un nostro temporary manager con la funzione di CFO con i gli obiettivi di breve termine di rivedere la struttura del debito, ricercare nuova finanza alternativa al sistema bancario, completare un’operazione di finanza straordinaria con Trentino Sviluppo SpA e, come obiettivo a medio termine, instaurare nuove relazioni con TS per trovare un solido partner industriale

I Risultati Gli obiettivi a breve termine sono stati conseguiti entro il primo anno di attività ed hanno consentito di ottenere la finanza per mettere in sicurezza l’azienda e supportare il business. Nel corso del secondo anno, grazie alle ottime relazioni instaurate con alti funzionari di Trentino Sviluppo, l’azienda ha potuto rientrare a far parte di un gruppo industriale solido, con nuove strategie commerciali e di integrazione industriale e nuovi investimenti in linee produttive.

Paolo Stocco

Trasformare e riorganizzare le procedure e le mansioni nel reparto finanza e amministrazione

Il Cliente Media impresa familiare novarese leader nel settore della prototipazione veloce e costruzione stampi per pressofusioni in plastica, operante anche nello stampaggio di termoplastici nel settore automotive.

La Sfida Il reparto amministrazione e finanza soffriva di una cronica inefficienza e assenza di pronte risposte sia alla domanda di reporting della Direzione sia al supporto per le altre funzioni aziendali. Il responsabile amministrativo non riusciva  a riorganizzare il reparto introducendo nuovi strumenti per la gestione contabile e di tesoreria

La Soluzione  Il nostro temporary manager  ha affiancato il responsabile, coordinando e analizzando i processi amministrativi. Dal suo ingresso consigliava  il cambio di software per la gestione contabile e dopo tre mesi proponeva alla proprietà una riorganizzazione della funzione, ponendo in primo piano la corretta gestione della tesoreria aziendale. Riassegnando le mansioni e introducendo un nuovo strumento per la gestione della tesoreria, in altri tre mesi viene raggiunto l'obiettivo

I Risultati Velocizzazione dei processi amministrativi riferiti alla fatturazione attiva e passiva con risparmio di tempo e focus sulla gestione analitica dei flussi finanziari in modo da ottenere il doppio risultato di rendere la funzione al servizio degli altri reparti e tenendo aggiornata la proprietà con un adeguato reporting di pianificazione flussi finanziari

Paolo Stocco

Realizzare  un progetto di continuità del business per un'azienda in procedura concorsuale

Il Cliente Media impresa milanese nel settore della produzione di arredi di lusso in cuoio e pelle

La Sfida  Dare continuità all'azienda che è costretta ad entrare in una procedura di concordato preventivo liquidatorio

La Soluzione  Inserimento nostro temporary manager con la funzione di CFO. Costituzione e avvio di una newco con nuova base azionaria che rileva l'insieme di attività della società concedente in crisi con un contratto di affitto di ramo d'azienda e patto di futuro acquisto

I Risultati Il progetto è stato realizzato e presentato ai potenziali investitori.

Paolo Stocco

Supporto al progetto di ristrutturazione societario

Il Cliente Gruppo internazionale attivo nel settore della tecnologia dell'informazione e comunicazione

La Sfida  L'andamento negativo del business e la contrazione del mercato delle varie filiali  in Italia, Germania e Irlanda hanno fatto emergere una situazione di crisi finanziaria prima ancora che economica. La contemporanea fuoriuscita del CFO di gruppo ha creato l'urgenza di intervento rapido per definire la situazione generale in vista di successive decisioni.

Le Soluzioni   L'impostazione di un Weekly Cash Flow con dettaglio di incassi e pagamenti su 52 settimane con aggiornamento costante per permettere di controllare e governare la perdita di liquidità e dare il tempo utile per assumere le migliori scelte strategiche

I Risultati   Uscita del personale dipendenti anche tramite servizi di outplacement operando preventivamente in modo agevolare e facilitare lo scioglimento e la cessazione aziende. Si riusciva cosi a porre le permesse per la fase successiva in Italia di liquidazione volontaria in Germania e Irlanda

Stefano Carli

Ricoprire una posizione CFO in un'azienda in una situazione di improvviso vuoto manageriale

Il Cliente  Media impresa italiana leader nel settore della produzione di materie plastiche - film in pvc

La Sfida L'improvviso vuoto manageriale nell'area amministrazione finanza e controllo poneva a rischio il mantenimento del servizio soprattutto in termini di reporting alla Proprietà e supporto alle funzioni aziendali

La Soluzione  Il  temporary manager viene inserito repentinamente nella funzione di CFO, e senza adeguato passaggio di consegne riesce nei 7 mesi di collaborazione a mantenere il livello di servizio interno sia in termini di reporting periodico che di supporto alle altre funzioni aziendali. In aggiunta si occupava anche di attività straordinarie di concerto con la Direzione, quali la redazione di un offerta di acquisto di un ramo di azienda in procedura di amministrazione straordinaria

I Risultati  Mantenimento livello di servizio interno verso la Direzione e supporto alle altre funzioni aziendali

Paolo Stocco

Realizzare un progetto Industria 4.0 in una media azienda operante nel settore alimentare

Il Cliente Media impresa pavese operante nel settore alimentare.

La Sfida L’azienda, a partire dal secondo semestre 2017, è impegnata in un piano strategico di investimenti industriali. Nell’ambito di un investimento complessivo di oltre k€ 13.000, la parte prevalente, per circa k€ 9.000, è rappresentata da un investimento che raddoppia le linee di produzione e si inquadra nell’Industry 4.0. In presenza di uno scenario normativo in continua evoluzione, la Proprietà preferisce non prendere rischi ed fissa l’obiettivo di raggiungere i requisiti per accedere alle agevolazioni fiscali da Industry 4.0, sia con iper-ammortamento che con super-ammortamento, entro la chiusura dell’esercizio 2018.

La Soluzione Inserimento di un nostro temporary manager con la funzione di CFO, al quale è stato assegnato l’obiettivo di portare alla perizia asseverata dal Tribunale, l’investimento rientrante nei requisiti Industry 4.0. Dal mese di settembre 2018 il nostro TM ha predisposto e gestito un piano di azione che vedeva coinvolti diversi attori tra cui, alcune funzioni aziendali, il maincontractor ed i subcontractors impegnati nella realizzazione della nuova linea produttiva e la società incaricata di asseverare l’investimento. Il più importante dei requisiti per accedere ai benefici previsti dall’Industry 4.0 è l’interconnessione delle singole macchine componenti la linea di produzione.

I Risultati Gli obiettivi assegnati sono stati conseguiti entro la chiusura dell’esercizio 2018. L’obiettivo tecnicamente più rilevante, vale a dire l’interconnessione delle singole macchine componenti la linea di produzione, è stato raggiunto alla fine di novembre 2018. Le perizie asseverate sono state depositate in Tribunale il giorno 21 dicembre 2018. Il vantaggio economico finanziario consiste in un beneficio fiscale aziendale, derivante da minore Ires da versare nei prossimi esercizi per un controvalore di circa k€ 3.000.

Paolo Stocco